Dall’11 al 16 agosto ritorna il Figulinas Festival

Presentata l'edizione 2016. Sei gruppi locali e tre internazionali da Brasile, Sudafrica e Georgia insieme sul palco per una festa di musica e colori

Florinas. Sonorità da tutto il mondo, danze tradizionali e costumi dal fascino ammaliatore. La festa itinerante di musiche e balli del “Figulinas Festival” collega in un vortice di colori, dall’11 al 16 agosto, sei comuni sardi, dalla Riviera del Corallo alla Barbagia passando per il Mandrolisai. Sui palchi di Florinas, Palau, Orotelli, Alghero, Sorgono e Nuoro saliranno sei gruppi folk isolani tra i più conosciuti ed apprezzati e tre straordinari ensemble internazionali, per la prima volta in Italia, provenienti dal Brasile, il Paese che quest’anno ospita le Olimpiadi, dal Sudafrica e dalla Georgia. Insieme daranno vita alla ventisettesima edizione di quello che è, da quasi tre decenni, uno degli eventi più attesi della settimana di ferragosto.

La kermesse è stata presentata questa mattina al Palazzo della Provincia dal presidente dell’associazione Gruppo Folk Figulinas, Alessandro Chessa, dal vicepresidente Giuseppe Giola, dal direttore artistico Ottavio Nieddu, dal sindaco di Florinas e deputata Pd, Giovanna Sanna, e dal vicesindaco Piero Marongiu. Il festival quest’anno è itinerante, passa per sei comuni della Sardegna, e ha come ospiti internazionali tre gruppi provenienti dal Brasile, dalla Georgia e dal Sudafrica

L’appuntamento principale è, come gli anni scorsi, quello di Florinas. Qui il festival è nato nel 1989 grazie alla collaborazione tra il Gruppo Folk Figulinas, presieduto da Alessandro Chessa, e l’amministrazione comunale e, fino ad oggi, è l’unico della regione a far parte del prestigioso circuito internazionale del C.I.O.F.F., attivo in 95 nazioni con più di trecentoquaranta rassegne di folklore.

A Florinas il festival - patrocinato da Provincia di Sassari, Regione Autonoma della Sardegna, Fondazione di Sardegna - inizia il 10 agosto con il “Laboratorio della conoscenza”: lezioni di musiche e danze regionali e dei Paesi ospiti, accompagnate da degustazioni di piatti tipici, che proseguono fino al 12.

Poi sabato 13 alle 22 i nove gruppi di questa edizione si esibiscono all’Anfiteatro comunale per la ventisettesima rassegna internazionale del folklore “Lorenzo Manconi” (presentata da Ottavio Nieddu), il fulcro principale dell’evento, capace di richiamare ogni anno un pubblico entusiasta di turisti e di appassionati locali di folklore.

Figulinas, però, non è una festa solo per gli spettatori ma anche, e prima di tutto, per i tantissimi ragazzi che ogni anno arrivano a Florinas da tutto il mondo e qui incontrano i loro coetanei sardi e del resto d’Italia. Edizione dopo edizione nascono amicizie, amori, scambi tra culture diverse che poi, spesso, proseguono negli anni. Infatti, come afferma il sindaco Giovanna Sanna «durante il festival la comunità di Florinas accoglie con amicizia decine di giovani musicisti e danzatori. È la dimostrazione che la musica, la danza, il canto e le tradizioni popolari sono veicoli di solidarietà tra persone di ogni etnia e aiutano a superare quelle diffidenze tra popoli, che purtroppo oggi creano tanto divisioni».

Quest’anno, come già quello scorso, la conoscenza tra giovani di diverse nazioni è favorita anche dal tour del festival in sei città e paesi della Sardegna. Sei comuni desiderosi di condividere con Florinas il successo della sua manifestazione più seguita, che si caratterizza da sempre per l’alta qualità delle proposte. E così il festival arriva a Palau (giovedì 11, piazza Due Palme alle 22.15), a Orotelli (venerdì 12, piazza San Giovanni alle 22), ad Alghero (domenica 14, Lo Quarter alle 22), a Sorgono (lunedì 15, piazzale della Chiesa M. Assunta alle 22) e a Nuoro (martedì 16, piazza Sebastiano Satta alle 21.30).

Per questa nuova edizione le aspettative degli organizzatori e del pubblico si concentrano sulla presenza di tre gruppi internazionali davvero eccellenti: il Balè Folclòrico de Amazònia dal Brasile, l’Ensemble Bagrati Kutalsi dalla Georgia e il gruppo sudafricano dei Indlondlo Zulu Dancers.

Il Balè Folclòrico de Amazònia, fondato nel 1990 nella città di Belèm, ha al suo attivo più di cento festival e trae ispirazione dagli eventi folkloristici e dalla cultura popolare dell’Amazzonia brasiliana. Nelle sue elaborate e spettacolari coreografie rappresenta il mondo esotico e misterioso del Rio delle Amazzoni, i riti, le leggende, le manifestazioni del sacro e del profano, l'uomo amazzonico e il suo rapporto con i fenomeni della natura. In Sardegna presenta ben due spettacoli: il primo ispirato al tradizionale carnevale carioca e il secondo alla tradizione folclorica dell’Amazzonia.

Il Folk Ensemble “Bagrati” è nato nel 1994 a Kutalsi, una città della Georgia occidentale, famosa per il suo splendido tempio, costruito tra X e XI secolo in onore del re Bagrat III. Il gruppo, che deve il nome proprio a quella monumentale costruzione, propone uno spettacolo unico che alterna le eleganti danze di coppia a quelle più dinamiche dei guerrieri georgiani, come la famosa “Danza delle spade”, tutte presentate con i più bei costumi nazionali e accompagnate da strumenti tradizionali.

Gli Indlondlo Zulu Dancers sono nati nel 2010 ma, pur essendo un ensemble ancora giovane, sono già molto apprezzati in Sudafrica, dove si esibiscono durante cerimonie e occasioni ufficiali. La finalità principale del gruppo è trasmettere ai giovani i valori della cultura degli avi e favorire gli scambi tra nazioni diverse attraverso l’arte, il canto e la musica. Nelle loro esibizioni propongono le tradizionali danze zulu, tra le quali quella dei guerrieri, accompagnandosi con il ritmo dei bastoni e dei tamburi.

Oltre che per i gruppi stranieri, gli spettatori arrivano al festival, anno dopo anno, anche per ammirare i gruppi locali, conosciuti e apprezzati in tutto il mondo per la bellezza delle coreografie, il fascino inimitabile dei costumi e la particolarità delle tecniche vocali. Quest’anno sono sei e rappresentano Florinas con il Gruppo Folk Figulinas; Villanova Monteleone con il Gruppo Folk Tradizioni Popolari; Nuoro con l’associazione culturale Amici del Folklore; Dorgali con il Gruppo Folk Tiscali; Oniferi con i Tenores Santa Ruche. E infine il Gruppo Etnico Ballaranda Folk, che riunisce, tra danzatori, strumentisti e voci, le eccellenze musicali dell’isola.

Figulinas Festival è organizzato dal Gruppo Folk Figulinas e dal Comune di Florinas, con il contributo di Regione Autonoma della Sardegna - Assessorato al Turismo, Artigianato e Commercio e Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport; Fondazione di Sardegna; Provincia di Sassari. Il festival si avvale della partecipazione dei Comuni di Palau, Orotelli, Alghero, Sorgono, Nuoro. Un ringraziamento particolare va all'emittente Sardegna 1 TV che registrerà la giornata del 13 agosto a Florinas e poi la manderà in onda, questo autunno, in due puntate.

Facebook