COLDIRETTI: PERICOLO CANI RANDAGI, AMMAZZATE 30 PECORE

Da qualche mese nella Nurra imperversano branchi di cani randagi che sono diventati l’incubo di pastori e greggi.Ieri notte ne ha fatto le spese il gregge del presidente di Coldiretti Sardegna Battista Cualbu. Due cani hanno attaccato il gregge, lasciando sul campo 30 pecore, altre in fin di vita e altre ancora disperse.
Questa mattina sono intervenuti carabinieri della stazione di Palmadula e i barracelli di Sassari che sono riusciti anche a catturare due cani individuando il loro proprietario, grazie microchip.Si tratta di cani da caccia che i proprietari avevano perso durante qualche battuta.
“La presenza dei randagi cosi come quella dei selvatici – afferma il direttore di Coldiretti Sardegna Luca Saba – come abbiamo già detto in altre occasioni, merita maggiore attenzione, perché oltre al danno immediato ed in questi casi certificabile, crea insicurezza alle aziende agricole e pericolo per l’incolumità non solo per gli operatori della campagna ma anche per i cittadini”.

Facebook